giovedì 7 febbraio 2008

La rovesciata all'ananas, ricetta Bertolini modificata e realizzata da Rorò

"Ed ora vi racconto un segreto....è venuta a trovarmi niente po' po' di meno che la mitica Maria Rosa, portando tutto il necessario per preparare qualcuna delle sue dolcezze insieme. E dopo aver consultato il suo mitico ricettario ha preparato una delle sue torte più buone...."

E tutto questo avveniva nella fantasia di Rorò.... eheheh :) solo che Mariarosa non è mai andata a casa sua (ma non glielo dite shhhhhhhh) e questo capolavoro è uscito direttamente dalle sue manine fatate.... ecco la ricetta rivisitata dalla nostra bella calabrese :)


INGREDIENTI:
3 uova,
150 gr. di zucchero,
150 gr. di burro fuso,
150 gr. di farina setacciata con 1/2 bustina di lievito,
succo di 1/2 limone,
1 pizzico di sale,
una confezione di ananas sciroppata,
2-3 cucchiai di zucchero semolato.

PROCEDIMENTO:
Sbattere le uova con lo zucchero per almeno 10 minuti, aggiungere il burro fuso e raffreddato, la farina con il lievito, il succo di limone, il pizzico di sale.
Imburrare una teglia di 25-26 cm e cospargerne l'interno di zucchero semolato.
Disporre le fette di ananas intere sul fondo e sui lati della toriera e versare l'impasto avendo l'accortezza di non spostare le fette di ananas.
Infornare a 170-180 gradi per 30-35 minuti.
Sfornare, lasciare raffreddare per non più di 5 minuti e sformare la torta.
Lasciare raffreddare nel piatto di portata e poi irrorare cla superficie con il succo d'ananas lasciato da parte.

Ricordate? Questo è il mitico ricettario di Mariarosa, quella graziosa bambina che pubblicizzava il lievito Bertolini....
"Mariarosa Mariarosa ogni cosa sai far tu
la mia vita è sempre rosa solo quando ci sei tu"
Ecco....ora lasciando stare il fatto che Mariarosa sarebbe uscita dal cartone per trovare sembianze umane (questa è una storia troppo lunga da raccontare eheheh) questa rovesciata all'anans è una delle torte più famose e riuscite che si andavano pubblicizzando in quei ricettari antichissimi e bellissimi.... ecco una foto....
Rorò la prossima volta pero' la rovesciata la vogliamo col caramello, su che ce la faiiiiiiiiiii!!!!!!!
;-)


Per chi volesse la ricetta orginale, può munirsi di lente d'ingrandimento e decodificare quanto precede :))))))))

5 commenti:

Claudia ha detto...

Direi che il ricettario Bertolini dovrebbe cambiare foto e mettere la vostra...quella sembra tutta bruciacchiata...questa invece molto pucciosa buona...

Roro1711 ha detto...

Quella del ricettario ha il caramello, per questo è più scura. io invece ho solo imburrato la teglia e spolverato con tanto zucchero semolato in modo che la superficie risultasse lucida.
Ciao!

unika ha detto...

Roro...è sicuramente più bella quella senza caramello.....penso anche più buona perchè morbida...il caramello e duro...complimentoni:-)
Annamaria

Roro1711 ha detto...

Grazie Annamaria!Sei gentilissima! A dirti la verità mi incuriosisce molto il contrasto morbido-croccante che dà il caramello. Amo molto i contrasti in ambito "mangereccio": le scaglie di cioccolato nel ciambellone, i pezzetti di croccante nel gelato, i biscotti sbriciolati nello yogurt.E ancora la crosticina sul gateau di patate. Insomma penso che la prossioma volta proverò con il caramello, sempre se riuscirò a stenderlo nella teglia. Ciao!! :-)

Francesca ha detto...

Salve... quel ricettario mi ricorda tantissimo la mia infanzia, la mia mamma le ha sperimentate tutte quelle ricette!! Purtroppo abbiamo smarrito quella della torta al caffé, sarebbe fantastico ripoterla preparare!!!